Questa non è la prima volta in questa stagione

Questa non è la prima volta in questa stagione, la squadra si è scatenata solo dopo un gol mancato, ma anche allora i giocatori di “United” non sembravano stelle reali, ma una folla affollata di persone che per la prima volta sono apparse sul campo insieme. Tali partite La squadra di Mourinho si alterna a tratti di successo, quando il gioco va avanti e tutto si rivela. L’insuccesso con “West Brom” è avvenuto dopo il forte ritorno dalla “City”, una vergognosa partenza dalla Champions League contro il Siviglia – sullo sfondo di una discreta serie di vittorie nel campionato.

In precedenza, quando il Manchester mancava un gol, la partita poteva essere conclusa – i diavoli erano riusciti molto raramente a riconquistare. Ora hanno imparato a tornare splendidamente al gioco: a Hollywood hanno recuperato dal 2: 0 contro “Crystal Palace” e la stessa “Città”. Tuttavia, non c’è ancora abbastanza stabilità alla distanza. Non si può incolpare questo Mourinho: quello che ha funzionato per i portoghesi in questa stagione contro il Tottenham, il Liverpool e il Chelsea per qualche ragione è un fallimento contro Newcastle e West Brom.

Fiducia in se stessi e riluttanza a fare il giro completo rendono “Uniti” in tali partite da un meccanismo ben coordinato in un gruppo di individui. Si considerano già le stelle dei migliori club, anche se non riescono a provarlo con il loro gioco settimana dopo settimana. Non sono solo le sconfitte, è anche impotente il gioco a volte nelle prestazioni di Manchester. Lo stesso Marcial è andato avanti come sostituto contro West Brom e Sevilla, ma non ha ricordato nulla: è semplicemente scomparso in quello che sta accadendo sul campo.

La colpa di Mourinho in alcuni dei fallimenti di United è evidente. E ‘lui che ha fatto una scommessa sull’uscita attraverso le pensiline di Fellaini nella partita decisiva della Champions League, ha anche rilasciato tre giocatori al centro contro il miserabile “West Brom”, privando la squadra di variazione nell’attacco. Tuttavia, i giocatori stessi devono anche giustificare la loro uscita sul campo, prendere il gioco su se stessi e reagire a ogni colpo doloroso alla reputazione del club.

Alcuni non approvano la critica pubblica dei loro protagonisti da parte di Mourinho, ma questo metodo non è progettato per spostare la responsabilità da se stessi, ma per dare un segnale a coloro che danno per scontata la loro posizione. Nel mondo del calcio moderno, l’allenatore è percepito come un lavoratore temporaneo. Se non ha messo il gioco spaziale per la stagione – uscendo, ne troveranno uno nuovo. Allo stesso tempo, i giocatori si trasformano in personaggi mediatici, eroi, la cui rilevazione, non dipende dal livello del loro gioco, e sulla promozione competente, parole grosse e belle tagli su YouTube.